RECESSIONE? NO GRAZIE – 16 SETTEMBRE 2019

Nonostante i dati macro puntino quasi unanimamente ad una prossima recessione, i mercati non credono a tale prospettiva. Incrementiamo pertanto gradualmente la componente di azionario prestando attenzione ai livelli di stop loss su ogni singolo titolo.

 

SCONTRO TRA TITANI – 20 AGOSTO 2019

Capire come si evolverà il contesto mondiale – che si trova sull’orlo della decrescita – é davvero problematico. Per questa ragione é indispensabile mantenere un approccio decisamente prudente sull’azionario in attesa dei prossimi dati macro e degli interventi di banche centrali e governi, che saranno costretti ad intervenire per salvare il contesto da un possibile avvitamento.

LE PROMESSE DI DRAGHI & C. – 26 LUGLIO 2019

Nessuna variazione di rilievo rispetto al report di inizio Luglio. Approccio sempre prudente sull’azionario.

NELLE MANI DELLE BANCHE CENTRALI – 9 LUGLIO 2019

Nonostante i dati macro virino verso il basso i mercati allungano al rialzo, scontando massicci interventi da parte delle banche centrali. Manteniamo l’esposizione in attesa di verificare l’entità e gli effetti di tali interventi.

 

L’ECONOMIA DELLE BANCHE CENTRALI – 19 GIUGNO 2019

L’intervento massiccio prospettato ieri da Draghi & friends é arrivato non inaspettato in un contesto macroeconomico in deciso rallentamento. In sintesi: non vi sono alternative. Torniamo ad incrementare moderatamente l’esposizione raccomandando sempre un profilo prudente e di deciso controllo del rischio.

GLI EFFETTI DEI DAZI – 29 MAGGIO 2019

Un nuovo peggioramento dei dati macroeconomici suggerisce rinnovata prudenza nell’esposizione sull’azionario, che é meglio sia nulla o estremamente moderata. La guerra dei dazi continua a provocare danni all’economia e solo i prossimi dati ci diranno con più chiarezza verso dove é diretto il ciclo dell’economia mondiale.

NUOVE TARIFFE COMMERCIALI? – 8 MAGGIO 2019

La situazione dazi sembra ritornare d’attualità, visto che Trump ha deciso di raddoppiarne l’entità con decorrenza a partire da Venerdì. Suggeriamo di prendere parziali profitto dopo il rally degli ultimi mesi in attesa degli eventi.

 

SUL FILO DELLA STABILIZZAZIONE – 15 APRILE 2019

Il rialzo dei mercati continua e la nostra posizione sull’azionario continua ad essere rialzista. Manteniamo comunque un profilo di relativa “prudenza” visto che il contesto rimane ancora instabile e che l’Europa rimane l’anello debole di una catena il cui tasso di crescita economico complessivo é lontano rispetto a quello di parecchi mesi fa.

RIALZO TECNICO O FONDAMENTALE? – 21 MARZO 2019

Nonostante si siano aggiunti alcuni segnali macroeconomici ai preesistenti segnali tecnici, continuiamo a prediligere un approccio prudente in questa fase, pur avendo incrementato moderatamente l’esposizione.  Per un’ esposizione più convinta é indispensabile attendere altri segnali e gli eventi dietro l’angolo (Brexit, rapporti CINA/USA) per non farsi cogliere in contropiede.

ACCORDO COMMERCIALE – 7 MARZO 2019

Ci siamo accodati al rialzo dei mercati da circa due settimane, sfruttando i primi segnali tecnici di una certa consistenza. Il contesto, però, rimane decisamente incerto e continuiamo pertanto a suggerire un’esposizione misurata e con stop-loss precisi al fine di evitare che i profitti conseguiti si trasformino in perdite. Affinché quelle aperte si trasformino in posizioni di portafoglio sono però necessari dei segnali più consistenti, in attesa dei quali continuiamo a monitorare il contesto.