Nel 2023 potrebbe sembrare incredibile. Invece, è assolutamente reale e attuale.

L’ingordigia, la scarsa cultura finanziaria elementare, grave sovraconfidenza nella preparazione in un campo che non si conosce realmente, la fiducia con troppa ingenuità mal riposta, la mancanza delle più banali verifiche da parte di alcuni investitori.

Ed ecco che la storia si ripete.

Solo con un abito leggermente diverso.

Questo fatto ormai non merita neanche un commento.

Merita solo una segnalazione in attesa che i prossimi ingenui ci ricaschino.

Ecco il link alla notizia.

Foto di Peggy-Marco da Pixabay