Tra il dire e il fare…

Dopo le elezioni USA dello scorso anno il mondo della finanza internazionale si aspettava molto dal neo-eletto Presidente.

Si aspettava comunque che, come tutti i politici del mondo, mantenesse almeno una parte delle promesse che aveva fatto ai suoi elettori. Promesse forse un po’ troppo impegnative.

I fatti sono sotto gli occhi di tutti e portano a considerare che le aspettative dei mercati possono essere sterilizzate (anche) dalle pur vaste possibilità dell’uomo con il maggior potere al mondo.

La differenza tra quanto crede di poter realizzare chi non ha una solida esperienza politica e quanto egli potrà davvero mettere in pratica, può infatti diventare incolmabile.

Tanto profonda quanto le conseguenze che possono derivarne a livello politico, economico, di credibilità.

Ora ci si interroga sul tangibile sviluppo del suo programma programma elettorale e le risposte non sembrano ottimistiche.

Le conseguenze, in qualsiasi caso, impatteranno i portafogli di qualsiasi risparmiatore. Speriamo non troppo pesantemente.

Fonte Il Sole 24 Ore